TU NON CONOSCI IL SUD

Tu non conosci il Sud è un progetto culturale, un tentativo di esplorazione per osservare, ascoltare, promuovere riflessioni su un argomento abusato o ignorato, nonché spesso strumentalizzato. Il SUD. E siamo partiti da un dato di fatto: nonostante i racconti del sud siano spesso “in classifica, si riscontra una sostanziale assenza del Sud dall’agenda politica; ovvero vi è uno scollamento tra racconto e realtà. Come dire? Tra story e telling.

“Tu non conosci il Sud” è stata finora una costellazione di iniziative (tra 2014 e 2015) che hanno cercato di guardare il Sud attraverso lenti e linguaggi diversi senza pretese di costruire un quadro d’insieme o una chiave di lettura esaustiva. Iniziative mosse da una ribellione agli stereotipi e alle rappresentazioni in auge: il Sud come mondo a parte, un universo “alieno” in cui convivono le mafie e, d’altro canto, un residuo spirito dionisiaco.

Abbiamo cominciato a interrogarci sulle contraddizioni intrinseche del Sud, sui luoghi comuni che ne caratterizzano la rappresentazione, cercando di individuarne gli elementi di (in)fondatezza. Abbiamo coinvolto amici, studiosi, artisti, portatori di esperienze concrete per definire il contorno di questa analisi attraverso un percorso che ha assunto diverse forme (quella della rassegna multidisciplinare in primis) e che ha avuto e conserva l’ambizione di non cristallizzarsi in strutture definite. Un percorso “liquido” che è cresciuto e cambiato, che si è adattato ed evoluto in relazione a tutti gli appuntamenti via via realizzati.

E nella sua liquidità la rassegna si è trasformata in un’idea più ampia sino a diventare un’associazione che porta lo stesso nome. E anch’essa è liquida, anomala – certo – perché non ha una sede operativa e non intende fare proselitismo e non diventerà mai, per chiara scelta di fondo, un soggetto politico.

L’obiettivo è promuovere incontri e discussioni, conoscenza e relazioni, utilizzando i linguaggi e gli strumenti che di volta in volta appariranno i più efficaci per animare un laboratorio di riflessione partecipato sulla cultura del Sud (e non solo a Sud), attuando quell’idea di cittadinanza culturale dalla quale siamo partiti e che ci ha spinto a fare una riflessione sul Sud che viviamo e sul Sud che vorremmo vivere, raccogliendo esperienze, incrociano percorsi che di volta in volta ci arricchiscono.

E se di laboratorio si tratta, i contributi, le storie, le analisi che verranno, aiuteranno ad acquisire una visione che non sia rivendicativa o autocelebrativa, consolatoria o giustificativa, ma il più possibile realistica e consapevole.

La consapevolezza e la conoscenza come punti di partenza e di ripartenza. Per un Sud, che nelle sue contraddizioni, è “più moderno di ogni moderno” e che, forse, rappresenta il futuro di molte altre realtà oggi considerate unanimemente più “evolute”.

Scandagliare il Sud serve a tutti perché nella sua essenza presente è già il futuro.

 

 

Contatti


Per info sul programma e non solo

  • info@veluvre.it

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

© 2015 Tu non conosci il SUD | una produzione VELUVRE